Biblioteca elettronica gratuita

Punto è ciò che non ha parti. Profili filosofici-ermeneutici della musica classica - Gianfranco Longo

PREZZO: GRATIS
FORMATO: PDF EPUB MOBI
DATA DI RILASCIO: 18/11/2011
DIMENSIONE DEL FILE: 6,47
ISBN: 9788865310861
LINGUAGGIO: ITALIANO
AUTORE: Gianfranco Longo

Divertiti a leggere Punto è ciò che non ha parti. Profili filosofici-ermeneutici della musica classica Gianfranco Longo libri epub gratuitamente

Descrizione:

La musica, nella sua tradizione, si rivela - prendendo a prestito un famoso postulato di Euclide -, "punto che non ha parti": condizione di armonia, di sviluppo delle forme e di rivoluzione del tempo in ogni epoca, perché la stessa trasformazione del mondo svolga un altro suo peculiare cammino, umano, storico, artistico. Sette note come sette in tutto furono quei pani, quei pesci, e bastarono per quella moltitudine, e ne avanzarono ancora, per un miracolo divino e umano che continua ad affascinarci, per rallegrarci e per stupirci, perché la musica possiede un che di divino, di assoluto. Sette note, eppure la creazione e l'originalità dell'invenzione sono e saranno sempre prodotte dal carattere unico, insostituibile, ed esclusivo dell'artista, del compositore che, proprio come uomo, si assume lui stesso la responsabilità della sua opera. La sensibilità, l'estro, non saranno mai elementi che potranno scaturire da un nastro magnetico, o da un corno inglese, o da una viola da gamba: piuttosto, per avanzato che sia il mezzo di produzione musicale, questo sarà sempre un mezzo e mai un fine nel pensiero e nell'anima del compositore.

..... Il volume: "Nata con la neve" è una raccolta di poesie suddivisa in tre parti e una sezione dedicata agli haiku ... Filosofico.org: Per un'ermeneutica aperta all'istanza ... ... . ... Punto è ciò che non ha parti. Profili filosofici-ermeneutici della musica classica. WWW.KASSIR.TRAVEL. La filosofia e il filosofo hanno un ruolo cruciale nella cultura personale. Qui trovi frasi filosofiche, aforismi e citazioni di filosofia, pensiero del filosofo. Pensieri filosofici a confronto Appunto di Filosofia con in allegato un documento che riporta tutti i filosofi più importanti studiati il 5° anno di liceo scientifico, analizzati in modo generale. In realtà è quasi certo che i primi filosofi greci non abbiano avuto notizie circa dottrine dell'estremo orient ... Punto è ciò che non ha parti. Profili filosofici ... ... . In realtà è quasi certo che i primi filosofi greci non abbiano avuto notizie circa dottrine dell'estremo oriente, e anche se si presume la derivazione orientale di qualche dottrina della ... A questo punto è anche chiaro, però, che l'opera non esiste al di fuori delle sue interpretazioni, come dice lo stesso Pareyson: "non vi è più alcuna distinzione e dualità fra la cosa interpretata e l'interpretazione che se ne dà: la cosa è ciò che vi si vede e che se ne dice, e cioè l'immagine che se ne ha, perché ciò che se ne dice è la cosa, e l'immagine della cosa la ... Se viaggiassi con altre due persone, certamente avrei acquistato due maestri. Sceglierei quel che c'è di buono nell'uno per seguirlo e quel che c'è di cattivo nell'altro per correggermi. [Confucio (551 a.C. - 479 a.C.) Filosofo cinese] Gli allievi mangiano ciò che i professori hanno ruminato e digerito L'ebraismo non fa e non ha mai fatto proseliti perché animato da un abissale disprezzo nei confronti del non-ebreo, del goj, del sottouomo verso cui tutto è lecito. Il cristianesimo da questo punto di vista solo apparentemente sembra fare eccezione. Certo, non l'ha fatta per gran parte della sua storia costellata da inquisizione e crociate. Questa dispensa di Storia della Filosofia in 3 parti è stata pensata per i Corsisti dell'UNITEL di Seregno che, avendo poche o nessuna conoscenza filosofica di base, intendono acquisirla, quanto meno, per linee generali, frequentando i Corsi che, ormai da più di un decennio, vi si svolgono senza soluzione di continuità. La prospettiva metafisica tra analitici ed ermeneutici. di Enrico Berti. ristampato in Incontri con la filosofia contemporanea, Editrice Petite Plaisance, Pistoia 2006. Un'apparente obsolescenza. Generalmente si crede che la metafisica sia rifiutata dalla filosofia contemporanea, in quanto ritenuta ormai sorpassata, appartenente ad un'altra epoca, insomma invecchiata. Vero è invece che la filosofia ha condotto a delle risposte chiarissime, che si trovano appunto nei classici, per chi le sa leggere e trovare, ma che ovviamente non hanno ancora esaurito il bisogno umano di conoscere il vero dell'esistenza, come del resto neanche la fisica o la chimica o la biologia hanno ancora esaurito l'intero bisogno umano di conoscenze nei relativi campi del sapere ... Anche. Se il principio è ciò che accomuna tutte le cose, è difficile pensare che sia una delle cose. Ecco perché Anassimandro chiama il principio ápeiron, cioè qualcosa di indeterminato, di indistinto, di infinito (non delimitato da altro). Mi viene spontaneo associarlo a quel quid di indistinto che, poi col big bang, è esploso e ha dato Assaggi di Filosofia 3 "Dopo cinque anni di liceo classico non potevo non scegliere la classica giurisprudenza, forse per quella vena polemica che mi appartiene, o semplicemente perché non sono mai riuscito a capire realmente " Che cosa è giusto e che cosa è sbagliato ?" Dio ha vibrazione infinita, quasi fino al punto di essere a riposo (si ricordi questo punto al Principio successivo, quello della polarità). La materia di convesso ha la vibrazione più bassa. Attraverso pratiche spirituali e lo sforzo della Volontà si può deliberatamente fissare l'attenzione su uno stato superiore [2] ....